Marica Mastromarino

Di origini pugliesi, si avvicina molto giovane alle discipline performative, con la sua prima esperienza professionale a 17 anni, si diplomerà poi alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano nel 2017. Si specializzerà in seguito con maestri a livello nazionale ed internazionale; nel giugno 2023 conclude con successo il Corso di alta formazione Malagola, pratiche della complessità: i processi creativi nella ricerca vocale e sonora contemporanea. Fin dai primi anni di formazione porta avanti una ricerca personale intorno alla vocalità del corpo ed alla fisicità della voce, dove indaga il rapport tra parola e suono, corpo e voce. Lo spettacolo che incarna questa ricerca è (Quale) Inferno instrumental, versione dalle infinite versioni che cambia partner (musicista) a seconda della città in cui va in scena; ma anche I primi studi sonoro-vocali intorno a Laborintus di Sanguineti. È attrice e performer per varie produzioni italiane. Collabora come performer e trainer vocale con: Spazio 13 (Bari), Compagnia Oderstrasse, il regista Paolo Panizza (finalisti, con Ratti-talent show con finale aspettacolare, regia di P.Panizza, alla Biennale College Teatro-Registi Under 35, 2022, Venezia), Mystical Milan (Milano) e da quest’anno con Masque Teatro (Forlì). Prosegue la sua ricercar per un corpo vocale._