#Giffoni54: i Workshop

La grande sezione totalmente pensata per chi vuole fare del cinema il proprio lavoro

I workshop dedicati ai giffoner, dai 18 ai 30 anni, rappresentano un’occasione preziosa per stimolare l’ascolto e la curiosità. Una sezione totalmente pensata per chi vuole fare del cinema il proprio lavoro, ampliando conoscenze e offrendo nuove opportunità. Tanti gli appuntamenti previsti tra lezioni, Q&A, incontri con artisti e professionisti dell’audiovisivo per approfondire regia, scrittura, recitazione e numerosi altri aspetti creativi e tecnici del linguaggio cinematografico e non solo. Il 19 luglio si apre con due incontri: il primo, organizzato in collaborazione con ANICA, vedrà protagonista GIORGIO GLAVIANO sceneggiatore cinematografico e televisivo, presidente di Writers Guild Italia. Glaviano ha pubblicato romanzi e saggi sul cinema e insegna tecniche di scrittura seriale. Nello stesso giorno tocca a KARIM BARTOLETTI, produttore pubblicitario con un background internazionale, ha prodotto campagne per marchi come Esselunga, Mutti, Budweiser e Lamborghini, vincendo numerosi premi internazionali, tra cui Eurobest, Clio, NY Festivals e Cannes (20 leoni – di cui 7 solo quest’anno). Bartoletti è visiting professor in diverse scuole di Milano (IED, IULM, NABA), oltre a essere curatore del BEST OF CANNES, uno dei progetti di divulgazione promosso da ADCI Art Directors Club Italiano per avvicinare il pubblico al meglio dell’advertising italiano e internazionale, la cui anteprima sarà proprio a Giffoni il 19 Luglio. Si continua, il 20 luglio, con PIER GIORGIO BELLOCCHIO, attore e produttore con oltre 30 anni di esperienza, ha prodotto la trilogia di Diabolik dei Manetti bros e partecipa allo sviluppo dei progetti della Fondazione Fare Cinema. Altro appuntamento imperdibile quello con IGINIO STRAFFI, fondatore di Rainbow e guida del gruppo indipendente tra i più noti nel settore dell’intrattenimento internazionale. L’evento sarà incentrato sulle novità Rainbow imminenti ma anche le produzioni di Colorado. Straffi risponderà alle curiosità dei presenti e racconterà com’è nata la nuova serie della sua creazione più famosa, Winx Club, di cui quest’anno si celebrano i 20 anni, anticipando dettagli sulla nuova serie animata in arrivo nel 2025 su Rai e Netflix. E ancora ROLAND SEJKO che nel 2013 ha vinto il Premio David di Donatello con il suo documentario “Anija / La nave”. Il suo ultimo documentario “La macchina delle immagini di Alfredo C.” ha vinto il Nastro d’Argento 2022 come miglior docufilm. È curatore artistico e autore dei filmati di numerose mostre di Istituto Luce Cinecittà. È uno dei curatori del MIAC, il Museo Italiano del Cinema e dell’Audiovisivo a Cinecittà.L’energia di MARGHERITA VICARIO arriva invece a Giffoni il 21 luglio: cantautrice, attrice e regista. Gloria! la sua opera prima, racconta la storia di un gruppo di ragazze di fine Settecento che, grazie alla loro forza, ma soprattutto alla passione per la musica, riescono a realizzare i loro sogni. Sempre nella giornata del 21, toccherà a MASSIMILIANO ROSSI, attore italiano con una solida carriera in teatro, cinema e televisione. Ha lavorato con registi come Antonio Capuano, Cristina Comencini, Matteo Rovere, Edoardo Ponti, Gianluca Jodice, Manetti Bros., Sidney Sibilia e soprattutto Eduardo De Angelis. Noto al grande pubblico per il ruolo di Zecchinetta in “Gomorra la serie”, ha recitato in moltissime produzioni televisive e cinematografiche di successo tra cui recentemente “Diabolik -Chi sei?” e “Il Comandante” di Edoardo De Angelis. Prossimamente lo vedremo nella quarta stagione de “L’Amica geniale: storia della bambina perduta”, nelle serie Sky “Piedone” di Alessio Maria Federici e “Hanno ucciso l’Uomo Ragno” di Sidney Sibilia, nel film italo-cinese “Made in Yiwu” di Rao Xiaozh, nel film “Voglio guardare” di Stefano Incerti, nel film “Il Nibbio” di Alessandro Tonda e ne “Il commissario Ricciardi 3”. Si continua il 22 luglio con GIOVANNA MEZZOGIORNO, attrice pluripremiata, si è formata a Parigi nel laboratorio teatrale di Peter Brook, con il quale ha esordito in teatro. Ha lavorato con vari registi in cinema e teatro, tra questi: Sergio Rubini, Michele Placido, Gabriele Muccino, Ferzan Özpetek, Wim Wenders, Marco Bellocchio, Cristina Comencini, Gianni Amelio e Daniele Luchetti. Recentemente ha esordito come sceneggiatrice e regista nel cortometraggio “Unfitting” e come scrittrice con il libro “Ti racconto il mio cinema”. E ancora CHRISTIAN UVA, professore Ordinario al DAMS dell’Università Roma Tre dove è Responsabile Scientifico del Centro Produzione Audiovisivi (CPA). È inoltre Vicepresidente della Consulta Universitaria del Cinema (CUC) e autore e curatore, tra gli altri, dei volumi Il sistema Pixar (Il Mulino, 2017) e Il cinema d’animazione (Carocci, 2023). A concludere la giornata sarà il regista ACKSHAJ ANAND, vincitore della prima edizione di Giffoni Shock. Il 23 luglio toccherà a GAIA MESSERKLINGER. Nel 2021 è stata la protagonista femminile della miniserie Sky “Cops-2” di Luca Miniero, interpretando una giovane e ansiosa PM con Claudio Bisio. È apparsa in “Cuori“, un medical drama degli anni ’60, dove ha vestito i panni di Agata, un’infermiera coinvolta nel primo trapianto di cuore della storia. L’abbiamo ritrovata in “Supersex” su Netflix, a breve tornerà in “Cuori” e sarà nel cast di “Protezione Civile” di Marco Pontecorvo. Ha recentemente terminato le riprese per “Don Matteo“, dove è la nuova PM e la protagonista accanto a Raoul Bova, in onda prossimamente. Spazio poi a professionalità fondamentali come quelle rappresentate dall’ASSOCIAZIONE UFFICI STAMPA SPETTACOLO ITALIA, rappresentata dalla presidente MARIA AMENDOLA e dalla vicepresidente VALENTINA PALUMBO. Obiettivo dell’associazione è quello di valorizzare e tutelare questa professione, aprendo un dialogo costruttivo con le categorie di settore, in primis con agenti, giornalisti, fashion brands e festival, al fine di armonizzare e migliorare il lavoro. Il 24 luglio a salire sul palco saranno IVAN COTRONEO e VITTORIA SCHISANO: da sempre COTRONEO esplora il confronto tra maschile e femminile, rompendo gli stereotipi di genere e valorizzando la forza dell’amore per raccontare l’evoluzione della società. Con la serie Netflix, prodotta da Banijay Studios Italy, “La vita che volevi“, scritta con Monica Rametta e diretta da Cotroneo stesso, ha aggiunto un nuovo tassello alla sua carriera. Con lui ci sarà la protagonista di questa nuova avventura, VITTORIA SCHISANO, che interpreta Gloria, sconvolta dall’arrivo di Marina (Pina Turco), sua amica dei tempi dell’università a Napoli, prima che iniziasse la transizione. La serie apre con la protagonista, Gloria, che scoprirà di essere genitore di un ragazzo di 15 anni. Grande ritorno al Festival per MARCO D’AMORE, un po’ come tornare a casa per lui che porta a Giffoni un bagaglio sempre più ricco e sorprendente, ripercorrerà con i ragazzi la sua storia artistica con l’autenticità e la spontaneità che da sempre lo contraddistinguono. Al cinema, pochi mesi fa, l’abbiamo ritrovato nel suo Caracas con Francesco Ghiaccio e Toni Servillo. Inoltre, sarà il regista del prequel di Gomorra sulla vita di Don Pietro Savastano. Chiude la giornata ROBERTA GEREMICCA di IntimItalia, un’associazione di categoria che rappresenta i Coordinatori e le Coordinatrici di Intimità, professionisti qualificati o in formazione nel settore audiovisivo e dello spettacolo dal vivo in Italia. L’evento punta a far conoscere il lavoro e l’importanza del Coordinatore di Intimità, figura cruciale per la realizzazione di scene con contenuti intimi e sensibili, capace di promuovere trasparenza, equità, inclusività e la cultura del consenso nei luoghi di lavoro. Il programma prosegue il 25 luglio con il Premio Oscar JONATHAN WANG, produttore cinematografico statunitense noto per la sua capacità di creare film innovativi e di grande impatto emotivo. Tra i suoi lavori più riconosciuti “Swiss Army Man” (2016), diretto da Daniel Scheinert e Daniel Kwan, che ha ricevuto elogi per la sua originalità e la sua esplorazione dei temi dell’amicizia e dell’isolamento. Wang ha continuato a lavorare con il duo, producendo “Everything Everywhere All at Once” (2022, distribuito in Italia da I Wonder Pictures), culminando con la vittoria dell’Oscar per il Miglior Film alla 95ª edizione degli Academy Awards. La sua capacità di sostenere progetti audaci e di lavorare efficacemente con diversi team creativi ha consolidato la sua reputazione come uno dei produttori più versatili e rispettati dell’industria cinematografica contemporanea. Si continua con FEDERICO MAURO, Direttore Creativo di Vertigo. Sempre il 25 tocca a DANIELE ORAZI, fondatore della DO Agency e talent scout. Rappresenta star e upcoming italiani e internazionali per cui cura le carriere da oltre trent’anni. È ideatore del DO Rising Star Award e del contest di monologhi Young Blood, volti a mettere in luce giovani talenti. A Giffoni parlerà del suo nuovo libro Ostiawood (Edito da Solferino). Il 26 luglio la scena è per MONICA RAMETTA. Sceneggiatrice per il cinema e per la televisione. Ha scritto i film di: Corso Salani, Pappi Corsicato, Laura Muscardin, Marco Puccioni, Costanza Quatriglio, Ivan Cotroneo. Autrice di diversi successi televisivi tra i quali: “Io sono Mia”, le serie “Tutti pazzi per amore”, “Una grande famiglia”, “È arrivata la felicità”, “Vivi e lascia vivere”, “La compagnia del cigno”, “Sei donne” e “La vita che volevi”. È da poco in libreria il suo primo romanzo: “Roma era buia” (HarperCollins). Ad arricchire la giornata il Direttore della Fotografia GUIDO MICHELOTTI, noto per aver lavorato ad opere come “L’Immortale” di Marco D’Amore, “L’ultima notte di amore” di Andrea di Stefano e “Un Altro Ferragosto” di Paolo Virzì. Ultimo appuntamento della giornata quello con i creatori dell’immagine di #Giffoni54: un COLLETTIVO DI UNDICI ARTISTI (composto da Bianca Costanzo, Chiara Ferrante, Diana De Stefano, Elisa Patafio, Emma Graziani, Giulia Minella, Giusy Lambiasi, Leandro Forte, Marica Mastromarino, Simone Castelluccio e Venera Leone) che durante la prima edizione di Giffoni Shock ha ideato il manifesto di questa edizione. Il 27 luglio sarà protagonista SARA DRAGO, che ha iniziato la carriera come attrice nel 2011, formandosi e prendendo parte a diversi spettacoli teatrali. Nel 2022, ha interpretato Lea nella serie Sky “Call My Agent” e nel 2023 è entrata nel cast della serie Rai1 “Imma Tataranni“. Sempre nel 2023 ha recitato nel film “Storie di Famiglia” diretto da Laura Angiulli. Atteso anche il trailerista EDOARDO MASSIERI, leader nel settore dei contenuti promozionali per il cinema dal 2009 collaborando con realtà come 01Distribution, Medusa, Warner, Universal. Ha realizzato più di 400 campagne promozionali e ha collaborato con registi come Mario Martone, Gabriele Muccino, Roman Polanski e di recente Richard Linklater. Nel 2020 ha fondato la Ottoemezzo Movie Factory e nel giugno 2024 è diventato socio fondatore della nuova agenzia di comunicazione per il cinema Syncronia. E il regista e sceneggiatore GIACOMO ABBRUZZESE, il suo esordio cinematografico Disco boy è stato presentato al Festival di Berlino 2023 come unico film italiano in concorso e si è aggiudicato L’Orso d’argento per il Miglior Contributo Artistico, oltre a essere stato nominato ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento come miglior esordio. Il 28 luglio si chiuderà con un evento speciale dedicato al Maestro VINCE TEMPERA, nel 1969 ha debuttato al Festival di Sanremo con “Zingara” di Iva Zanicchi, ha lavorato con artisti come Otis Redding, Wilson Pickett, Lucio Battisti e Claudio Baglioni. Ha creato sigle di cartoni animati di grande successo, tra cui “Ufo Robot” e “Goldrake“. Ha partecipato a oltre 44 edizioni del Festival di Sanremo come arrangiatore e direttore d’orchestra, scoprendo talenti come Zucchero e Biagio Antonacci. Inoltre, per più di 50 anni, è stato  stretto collaboratore di Francesco Guccini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *