Fulvio Bonavitacola

BONAVITACOLA: “GIFFONI TRASMETTE AI GIOVANI IL VALORE DELL’ESEMPIO. È UNA REALTÀ INDISPENSABILE” IL VICEPRESIDENTE DELLA REGIONE CAMPANIA FULVIO BONAVITACOLA È OSPITE DELL’ULTIMA GIORNATA DI #GIFFONI53.

“Giffoni accende i riflettori sullo straordinario potenziale di bellezza delle giovani generazioni e, allo stesso tempo, dà alle giovani generazioni qualcosa di altrettanto bello da vivere: la meraviglia del cinema e le testimonianze di vita migliori del nostro Paese”. Il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola è ospite dell’ultima giornata di #Giffoni53.

“Giffoni accende i riflettori sullo straordinario potenziale di bellezza delle giovani generazioni e, allo stesso tempo, dà alle giovani generazioni qualcosa di altrettanto bello da vivere: la meraviglia del cinema e le testimonianze di vita migliori del nostro Paese”. Il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola è ospite dell’ultima giornata di #Giffoni53. Il suo rapporto con il festival ideato da Claudio Gubitosi ha radici profonde e antiche. Da uomo delle istituzioni, oltre che da cittadino e da padre, ne ha sempre apprezzato l’opera luminosa al servizio dei ragazzi. “Recuperare il valore antico dell’esempio” ha sottolineato Bonavitacola “è uno dei grandi messaggi di Giffoni. L’esempio è un maestro che ti forma e ti fa crescere. Un maestro con cui bisogna fare i conti per superarsi e migliorarsi. Un maestro indispensabile”.  Sul tema dell’edizione di quest’anno, indispensabili appunto, che considera di straordinaria attualità e rilevanza, il numero due di Palazzo Santa Lucia si sofferma per darne una duplice lettura: “Siamo tutti indispensabili perché ognuno di noi, con la propria unicità, compone il mosaico della vita. Nessuno può e deve essere messo da parte. Ma indispensabili” aggiunge “non sono tutte quelle cose che la società contemporanea ci propone come i modelli di consumo estremi e i bisogni indotti”. Bonavitacola chiude il cerchio della riflessione con un invito: “Lasciamo da parte il superfluo nelle nostre esistenze. Impegnamoci a costurire un mondo migliore e a prersevare il pianeta che ci ospita”. La sfida più importante da vincere riguarda l’ambiente. “Questa è la generazione più esposta al cambiamento climatico. Ci sono segnali evidenti di criticità, di eventi straordinari che ormai sono ordinari, e bisogna esserne consapevoli”. Il vicepresidente della Regione mette in fila alcune delle priorità d’azione: cultura del risparmio, utilizzo di fonti alternative e sostenibili di energia. Questo perché la finitudine delle risorse naturali e l’inquinamento del pianeta hanno per genitori le cattive abitudini dell’uomo. La direzione complessiva dell’umanità va corretta: “E’ in gioco il futuro del pianeta e dell’uomo” ha concluso Bonavitacola. “Mi auguro che le nuove generazioni abbiano da questo punto di vista più consapevolezza di noi. Nelle loro mani c’è il cambiamento necessario e possibile”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *