A Cittanova taglio del nastro per School Experience 3 con i primi 400 alunni

Pronti, partenza, via. Si alza il sipario su School Experience 3, l’evento dedicato ai ragazzi e alle ragazze di tutta Italia, inserito nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola, promosso da Ministero della Cultura – Direzione Generale per il Cinema e l’Audiovisivo e Ministero dell’Istruzione e del Merito. Prima tappa, questa mattina, al cinema Gentile di Cittanova (Reggio Calabria), dove il team di Giffoni resterà fino al 2 dicembre con il supporto dell’associazione culturale Prosopon – Scuola di Recitazione della Calabria e Goodwill. Per lo start, oltre 400 alunni della scuola primaria istituto comprensivo Luigi Chitti hanno assistito, nell’ambito della sezione FEATURE EXPERIENCE +6, alla proiezione del lungometraggio “Il ragazzo e la tigre” per la regia di Brando Quilici. Rimasto solo al mondo dopo il terremoto che ha devastato il Nepal, il piccolo Balmani (Sunny Pawar) scappa dall’orfanotrofio – sulle sue tracce la direttrice dell’istituto Hannah (Claudia Gerini) – e si inoltra nella fitta foresta, cercando di ritrovare la strada per Kathmandu. Il suo destino si incrocia con quello di un cucciolo di tigre del Bengala, catturato da una banda di bracconieri.

L’idea di raccontare una storia con al centro una tigre mi è venuta dopo aver letto un’intervista a Leonardo DiCaprio appassionato al progetto del Wwf Save the Tiger e di cui aveva parlato anche alle Nazioni Unite – ha raccontato in una intervista Quilici – Mi è parso così crudele il destino riservato a questi animali fieri, ma vittime di violenze, diventati il simbolo di quanto sia inestimabile e fragile l’ambiente che ci circonda e che va salvaguardato. Basti pensare al traffico illegale di animali esotici: una tigre uccisa vale 50 mila dollari e da queste parti del mondo significa un’enorme ricchezza”.

Introdotti da Orazio Cerino del team produzione di Giffoni, che li ha invitati a battere con le mani un simbolico ciak, i giovani allievi hanno partecipato manifestando il loro gradimento con applausi fragorosi. “Una storia bellissima – ha commentato Chiara – che parla di amicizia, di altruismo e di accoglienza”, mentre Samuel ha sottolineato come “nelle situazioni di difficoltà è importante essere pronti ad aiutarsi”.

A seguire, nell’ambito della sezione SHORT EXPERIENCE, hanno assistito alla proiezione di cinque cortometraggi. Il primo, “1996”, per la regia di Ramon Mascaros (Spagna, 2022), racconta la storia di una ragazza e suo padre che si recano nella casa di famiglia, dove ricordano il passato e scoprono le cose che hanno in comune. Una storia di amore e lealtà, di genitori e figli. Il secondo, “Giulia e il capoposto”, firmato da Antonio Maria Castaldo (Italia,2021) è una fiaba tratta da una storia vera. Giulia ha perso da poco suo padre e desidera comunicare con lui. Decide di acquistare un pallone al quale attacca una lettera che, volando in cielo, raggiungerà suo padre. Tuttavia, quando il pallone inizia a salire, qualcosa va storto. È grazie all’intervento del capo dei vigili del fuoco che Giulia riuscirà a realizzare il suo desiderio.

L’occhio della balena” di Giorgia Bonora, M. Lucia Schimmenti, Francina Ramos, Tess Tagliaferro (Italia, 2022) è ambientato in un villaggio di cacciatori di balene, dove una bambina assiste agli ultimi istanti di una megattera spiaggiata e stabilisce un profondo legame con il gigante del mare. “Robin” di Jianxing Mao (Cina,2022) è un emozionante cortometraggio sul viaggio del cuore. “Vulcano” di Margherita Abbruzzi, Serena Miraglia, Giada Rizzi, Lara Zizzi (Italia ,2022) è la storia del giovane Efesto, che, nel tentativo di annullare il suo esilio dall’Olimpo, falsifica un dono per la madre Era, ma è costretto a stringere un patto con Ermes affinché quest’ultimo porti il dono alla dea per suo conto.

“Armati” di schede e penne, i baby alunni hanno poi espresso la propria votazione. L’evento raggiungerà 43 comuni in 5 regioni (Campania, Basilicata, Calabria, Lazio, Sardegna), impiegando 2.780 docenti (di cui 509 in scuole dell’infanzia, 1.000 nelle scuole primarie, 572 nelle secondarie di I grado, 699 nelle secondarie di II grado) e 27.423 studenti (di cui di cui 5.090 nelle scuole dell’infanzia, 9.762 in scuole primarie, 5.679 nelle secondarie di I grado, 6.892 nelle secondarie di II grado), per un totale di 241 plessi 274 scuole beneficiarie. Dopo Cittanova seguiranno dal 5 all’11 febbraio Ceccano (Frosinone)dal 26 febbraio al 4 marzo Terranova di Pollino (Potenza) Montescaglioso (Matera), dal 19 al 25 marzo Nuoro Tonara e dal 17 al 21 marzo Giffoni Valle Piana (Salerno), dove il progetto si concluderà con un evento ospitato nella Multimedia Valley.

Per tutte le tappe, il programma prevede un concorso dedicato a lungometraggi (Feature Experience) e cortometraggi (Short Experience) realizzati da professionisti italiani e stranieri, oltre a una competizione riservata alle opere prodotte da scuole o da associazioni culturali divise per fasce d’età: Your Experience +3 (produzioni nazionali rivolte a studenti, dai 3 ai 10 anni, proposte da scuole dell’infanzia, primarie o associazioni culturali), Your Experience +11 (short movie in target con ragazzi dagli 11 ai 13 anni, realizzati da scuole secondarie di I grado, associazioni culturali o singoli videomaker) e Your Experience +14 (opere indirizzate a studenti dai 14 ai 20 anni, proposte da scuole secondarie di II grado, associazioni culturali o singoli videomaker). E ancora due importanti e innovati lab: DIGITAL PROF dedicato al corpo docente e MOVIE LAB, una lezione di cinema interattiva per guidare gli studenti alla comprensione del linguaggio audiovisivo. Il saggio finale sarà la realizzazione di uno short movie pensato e interpretato dai ragazzi. Appuntamento il 2 dicembre al Cinema Gentile di Cittanova.

School Experience 3 - 2 dicembre (20)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *